giovedì 20 luglio 2017

Attenzione! L'ibuprofene si lega alla lesione renale negli ultra corridori

Articolo preso da RunUltra (Runultra Beware!-Ibuprofen-link-to-kidney-injury-in-ultra-runner)

ATTENZIONE!


Di Alice Morrison
Molti di noi usano ibuprofene durante o dopo le gare per aiutare a diminuire il gonfiore e il dolore (lo amo chiamarlo allungamento chimico) ma un nuovo studio della Stanford University School of Medicine ha scoperto che coloro che prendono l'antidolorifico mentre eseguono lunghe distanze raddoppiano il Rischio di lesioni renali acute.
Il danno acuto del rene è terrificante, ma in realtà è molto comune nei corridori ultra perché la disidratazione provoca un ridotto flusso di sangue e una rottura del tessuto muscolare.
Questo processo rilascia pezzi di fibra muscolare nel sangue. Hanno un effetto negativo sui reni, ma il corpo si adatta e ogni danno è di solito a breve termine e si risolve.
Tuttavia, alcuni atleti estremi hanno subito danni più gravi e, nel peggiore dei casi, sono morti. Un paio di anni fa, un uomo di 40 anni che ha partecipato al Ironman di Boulder è morto tre giorni dopo per insufficienza renale.
Questo nuovo studio mostra che l'aggiunta di ibuprofene in questo mix può aumentare i pericoli. Quello che rende lo studio così insolito è che è stato fattomolto specificatamente per ultra corridori ed è stato eseguito da medici con diretta esperienza di ultra.
È stato diretto da Grant Lipman, MD, professore associato di medicina di emergenza a Stanford, direttore della Stanford Wilderness Medicine e direttore medico di RacingThePlanet e Brian Krabak, MD, specialista della medicina dello sport e della riabilitazione presso l'Università di Washington-Seattle.
Lo studio
Ai fini dello studio, Lipman ei suoi colleghi hanno condotto un test randomizzato, controllato con placebo, sull'uso di ibuprofene in ultra maratoneti.
Ci sono stati 89 partecipanti che sono stati poi scelti in modo casuale per prendere 400 mg di ibuprofene o un placebo durante una delle sezioni di 50 miglia per una corsa di sette giorni e 155 miglia.
Non hanno potuto prendere l'ibuprofene per almeno 12 ore prima della sezione di 50 miglia della gara.
Alla fine delle gare, i partecipanti sono andati direttamente all'area di ricerca dove sono stati pesati e sono stati esaminati i livelli di elettrolita e il funzionamento del rene.
Tassi di lesioni renali
I risultati del test sono stati sorprendenti in quanto hanno dimostrato che circa 39 dei 89 partecipanti hanno avuto lesioni acute ai reni alla fine della sezione di 50 miglia della gara. Il 37 per cento dei partecipanti ha preso l'ibuprofene e il 53 per cento ha preso il placebo. C'è stato un tasso superiore di 18 per cento di lesioni renali tra coloro che hanno preso il farmaco.
Lipman ha detto è stata una percentuale più alta di quanto si aspettava.
Che cosa significa? Gli ultra corridori dovrebbero interrompere l'assunzione di ibuprofene? Lipman non è andato lontano ma ha consigliato la cautela. "Io generalizzerei per dire, sì, dovrebbero essere prudenti prendendo ibuprofene durante lunghe distanze o altri eventi sportivi di resistenza, ma non spingerò quella cautela alla popolazione generale laica. Le conclusioni di questo studio sono per gli atleti di resistenza.
Gli studi dimostrano che per la maggior parte delle persone, questa lesione acuta del rene viene solitamente risolta entro un giorno o due dopo la gara. Tuttavia, il numero di corridori è finito per essere ricoverato in ospedale da insufficienza renale ".
Lipman ha affermato di essere stato turbato dai risultati dato che era andato ai test pensando che l'ibuprofene fosse sicuro.
"Mi sono sentito sorpreso e un po 'sconvolto che è veramente tanto male per te come abbiamo trovato", ha detto. "Sento ironico per predicare la moderazione negli sport estremi, ma la moderazione è probabilmente un approccio sicuro. Se qualcosa fa male, questi atleti potrebbero voler prendere in considerazione l'uso di acetaminofene".
Su una nota interessante, egli stesso ha ora passato ad usare un acetaminophen, come il paracetamolo / toilenolo, per il sollievo dal dolore e sta prendendo bagni di ghiaccio dopo la corsa.
Per maggiori informazioni:

venerdì 30 giugno 2017

Resoconto - Mi Mil Kil 2017

Mi Mil Kil (18-24 giugno), missione compiuta per 28 mimil'killers... 

  • I 500 chilometri abbattuti in meno di 100 ore per i primi 5 arrivati a lodève.
  • 100 % delle donne All'arrivo.
  • il 100 % dei piloti solo.
  • solo 3 ritiri (l'ultimo, tragico, a soli 19 km dall'arrivo) per 31 partenti.

il tutto nella fornace, nonostante i flash radio Annunciando fin dal giorno della partenza 16 dipartimenti in vigilanza orange caldo (51 il giorno dopo) e chiamante ad evitare ogni esercizio fisico al sole... 

Ha esattamente 6,009 km / h di media (è un matematico), il vincitore Stéphane Mathieu!;, già detentore del record della Mil kil dal 2015 (i 1000 km in 7 giorni 22 Ore) ha effettuato il collegamento lignac-Lodève in 83 ore 13 minuti. Nelle ragazze, è Yolande Roches chi vince in 108 ore ma con solo 73 minuti di anticipo su mimi chevillon **;.

Stéphane Madec *!§ ʘ ;, camminando da un capo all'altro, arriverà 3 giorni dopo il vincitore mentre gli organizzatori avevano già ripiegato lo striscione e ripreso la strada, ma un comitato Di accoglienza lo aspettava con alcuni piloti che si stavano raffreddando ancora nella piscina del campeggio e che avrebbero consegnato il suo trofeo di "Mimil'killer". anche se fuori tempo, dopo riunione straordinaria della giuria è stato deciso di il a titolo eccezionale a Il quarto posto a causa delle condizioni meteorologiche eccezionali.

Appuntamento l'anno prossimo per chi vorrà raddoppiare la puntata con la 6 a Mil Kil (1.000 km Saint-Malo - sète) dal 17 al 29 giugno 2018.

Classificazione mi mil kil 2017:
1 Stéphane Mathieu!; i 500,1 km in 3 giorni 11 ore 13 minuti 23 secondi
2 Markus Jörg! ʘ; (sui) 3 J 17
3 Matteo Veron; 3 J 22
4 Patrick Malandain$!!; 4 J 01 h 18 '
5 remi duboq; 4 J 03 h 18 '
6 ROBERT MIORIN **!!!!; 4 J 06 h 40 '-1° V3
7 Iolanda Rocce; 4 J 12 h 59
8 MIMI CHEVILLON **; 4 J 14 h 12
9 DIMITRIOS KECHAGIOGLOU *; (Gre) 4
10 STÉPHANE CLÉMENT §; 4 J 16 h 48 ' [Solo]
11 SÉBASTIEN BARRAUD *!!; 4 J 17 h 43 ' [Solo]
12 Federico Pettaros *; 4 J 18 h 55 '
13 Stephanie Dessartine; 4 J 21 h 16
13 Francesco Pelmont!!; 4 J 21 h 16 ' [Solo]
13 RONAN LÉOST *!; 4 J 21 h 16 '
16 Roberto Rovelli; (ITA) 5 J 00 h 20 '
17 Marie-Jeanne Simons, 5, 05 e 26
18 THIERRY MICHEL *!§; 5 J 09 h 33 '
19 Cathy massiccio-Perreau, 5, 11 e 14
19 VINCENT PERREAU *!!; 5
21 LAURENT BRUEYRE ***!; 5 J 12 h 27 '
22 BERNARD DEBORDE *&; 5 J 13 h 37 '-1° V4
23 DANIEL MAZEAU **; 5 J 14 h 30 '
24 amaury Hazard; 5 J 15 h 02 '
25 Oliver Loviny; 5 J 15 h 50 ' [Solo]
26 greg scotta; 5 J 16 h 21 '
27 Hervé Montanus; 5 J 18
28 stéphane. *!§ ʘ; 6 J 11 h 09 ' [Solo]
Dnf Gérard Denis *****!! € &§ ʘ km 481 (roqueredonde)
Dnf Philippe Polesel km 223 (luogo-detto nuzerolles)
DNF YVES DUQUESNE ** Km 136 (peyrelevade)
- - - - - - - - - - - - - - - - -
* Finisher Trance Gallia
! Ardere kil (1.000 km di Francia)
; finisher mi ardere kil (Lignac-Lodève 500 km)
& Finisher Loire integrale
$ FINISHER TRANS AMERICA
€ FINISHER TRANS EUROPE
§ Finisher integrale di gégé
ʘ Finisher cyclo

lunedì 3 aprile 2017

Mi Mil Kil

Mi Mil Kil ( milkil )


(Sarà bello correre insieme a tutti questi ULTRA runner)

Dopo il battesimo della Transe Gaule nel 2001 e quello della 1000 chilometri di Francia nel 2008, è nata la più giovane che è prevista per il 18 giugno a LIGNAC (Brenne Parco naturale Indre).
Una sezione di percorso comune per i tre eventi, ma quello che offre solo per questo nuovo Mi Mil'Kil, sicuramente "il migliore della Gallia! ".
Qui si tratta di scorrazzare nel vento, su strade perdute, lontano dai rumori e dalla frenesia.
Promette di essere la gara di corsa più lunga dell'anno.
Una ventina di corridori hanno confermato la loro partecipazione.
In considerazione delle richieste di informazioni, dobbiamo considerare una trentina di piloti al via, forse un po 'di più. 
Tra Lignac e Lodeve 500 km e circa 7000 metri D+ ... sarete in grado di respirare liberamente, e questo è un bene!

C'è anche una specie di competizione con le biciclette, partiranno 2 gironi dopo e cercheranno di raggiungere tutti i corridori.



Percorso




Elenco dei partecipanti (al 09/05/2017)


Markus Jörg!ʘ (SUI), 58
/ FORFAIT / Pedro Cavaleiro (POR), 57
Thierry Michel!*§, 52
Francis Pelmont!!, 56
Gérard Denis*****!!€&§ʘ, 73 (Pionnier MiL’KiL 2008, doyen des MiL’Killers)
Stéphane Clément§, 65
Marie-Jeanne Simons******&&, 59 (record féminin du nombre de traversées de la France à pied)
MiMi Chevillon**, 54
Bernard Deborde!&, 70 
David Le Broc’h°*, 47 (vainqueur Transe Gaule 2016)
/ FORFAIT / Cyril Klein, 47
Dimitrios Kechagioglou* (GRE), 48
Stéphane Mathieu!, 44 (vainqueur MiL’KiL 2015 et recordman de traversée en 7 jours 22 heures 23 minutes)
Greg Scotta, 45
Yolande Roches, 64
Oliver Loviny, 39
Yves Duquesne**, 54
Robert Miorin**!!!!, 60 (Pionnier MiL’KiL 2008)
Stéphane Madec*!§ʘ, 56 (Pionnier MiL’KiL 2008) 
Mathieu Véron, 42
Laurent Brueyre***!, 54 (Pionnier MiL’KiL 2008)
Frédéric Pettaros*, 43
Amaury Hazard, 49
Cathy Massif**!, 52 (vainqueure F. MiL’KiL 2009, Internationale 24 heures) 
Vincent Perreau*!!, 55
Roberto Rovelli (ITA), 52
Patrick Malandain$!!, 56 (vainqueur MiL’KiL 2014 et 2e meilleur performer en 8 jours 04 heures 13 minutes)
Ronan Léost*!, 47
Daniel Mazeau!!, 59
Rémi Duboq, 47
Stéphanie Dessartine, 43 (Internationale 24 heures)
Sébastien Barraud*!!, 45

 Cyclo Mi MiL’KiL
Frédéric Gallais**!ʘ, 51
Philippe Brunschwig*!&ʘ, 65
Philippe Favreau&中, 49
– – – – – – – – – – – – –
! Finisher MiL’KiL (1.000 Kilomètres de France)
* Finisher Transe Gaule
& Finisher Loire Intégrale
$ Finisher Trans America
€ Finisher Trans Europe
§ Finisher Intégrale de GéGé
° Finisher Tour de France Footrace
ʘ Finisher Cyclo MiL’KiL





GIORNO 15/06/2017

Esame INBody (macchina impedenziometrica) per parametri corporei

COMPOSIZIONE DEL CORPO
Peso: 78,8 kg
Massa muscolare: 40,2 kg
Massa grassa del corpo: 7,2 kg
ACT (acqua totale del corpo): 52,6 kg
Massa Magra: 71,6 kg
Massa Magra segmentale: 27,8 kg
Grasso segmentale: 3,4 kg - 10,2%

DIAGNOSI DELLA OBESITA'
BMI: 24,6 (kg/m2) indice di massa corporale
PBF: 9,2 (%) percentuale di grasso corporale
WHR: 0,70 relazione cintura fianchi
BMR: 1916 (kcal) metabolismo di base

domenica 2 aprile 2017

SPAZIO AUTISMO



L'autismo è un disturbo del neuro-sviluppo caratterizzato dalla compromissione dell'interazione sociale e da deficit della comunicazione verbale e non verbale che provoca ristrettezza d'interessi e comportamenti ripetitivi. I genitori di solito notano i primi segni entro i due anni di vita del bambino e la diagnosi certa spesso può essere fatta entro i trenta mesi di vita. Attualmente risultano ancora sconosciute le cause di tale manifestazione, divise tra cause neurobiologiche costituzionali e psicoambientali acquisite.
Più precisamente, data la varietà di sintomatologie e la complessità nel fornirne una definizione clinica coerente e unitaria, è recentemente invalso l'uso di parlare più correttamente di Disturbi dello Spettro Autistico (DSA o, in inglese, ASD, Autistic Spectrum Disorders), comprendendo tutta una serie di patologie o sindromi aventi come denominatore comune le suddette caratteristiche comportamentali, sebbene a vari gradi o livelli di intensità.
A livello di classificazione nosografica, nel DSM-IV è considerato rientrare nella categoria clinica dei disturbi pervasivi dello sviluppo, cui appartengono, fra le varie altre sindromi, anche la sindrome di Asperger, la sindrome di Rett e il disturbo disintegrativo dell'infanzia.

“La nota in più”: quando la musica arriva al cuore

Il Centro di Musicoterapia Orchestrale “La nota in più” coinvolge ragazzi con autismo e difficoltà cognitive in progetti musicali.
Uno straordinaria scommessa e un grande esempio di partecipazione e coinvolgimento.  È questo il progetto della Musicoterapia Orchestrale “La nota in più“, che da anni coinvolge giovani disabili nel territorio di Bergamo in laboratori ed esibizioni musicali.
Il centro di Musicoterapia nasce nel 2004 dalla volontà dell’Associazione Spazio Autismo, chiamando a partecipare giovani disabili alla grande esperienza che è la musica.
I progetti musicali permettono ai ragazzi di vivere e partecipare alle proprie emozioni, capendo come esprimerle. Si tratta di un’importante occasione, da qui, infatti, l’apprendimento si riversa nella sfera delle relazioni sociali.
Nelle sedute di formazione partecipano tutti i ragazzi coinvolti, ognuno con uno strumento diverso contribuisce a dare armonia ai suoni.
L’Orchestra Sinfonica ha all’attivo più di 50 concerti in luoghi prestigiosi e legati a importanti manifestazioni, tra queste anche un’ esibizione musicale all’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.


^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^

«In Italia esistono solamente «bambini autistici». La legge italiana prevede infatti programmi e cure per questi ragazzi solo fino al compimento del 18 anni, ma non contempla il caso di persone autistiche adulte. Che cosa succede a questi ragazzi quando diventano grandi?
Quali diritti hanno? Dove vanno? Che fanno? “Parte da qui “Tommy e gli altri”, il primo film italiano sul tema dell’autismo che Sky ha scelto di trasmettere, in occasione della Giornata mondiale della consapevolezza sull’Autismo del 2 aprile, perché ritiene che sia importante raccontare storie come queste, che non riguardano «gli altri», ma il nostro modo di essere comunità. Il film andrà in onda in prima visione il 1° aprile alle 21:15 su Sky ArteHD e alle 23.15 su Sky Cinema CultHD e in replica il giorno successivo alle 19.35 sugli stessi canali Sky. Il progetto nasce da un’idea di Gianluca Nicoletti, giornalista e scrittore, ed è diretto da Massimiliano Sbrolla (regista de “Il viaggio di Sammy”). Nicoletti compie insieme al figlio Tommy, ragazzo autistico da poco divenuto maggiorenne, un lungo viaggio attraverso l’Italia, da Forlimpopoli a Trento e Madonna di Campiglio, da L’Aquila a Napoli, passando per Gravina di Puglia, Botricello e Praia a mare, per incontrare “gli amici di Tommy”, ragazze e ragazzi autistici e i loro genitori.


venerdì 10 febbraio 2017

MONTANE YUKON ARTIC ULTRA

MONTANE YUKON ARTIC ULTRA



MYAU 2017 START TIMELAPSE


MYAU 2017 RACE DAY 1 & 2 VIDEO




MYAU 2017 DAY 3 & 4 VIDEO

domenica 15 gennaio 2017

MONTANE SPINE RACE 2017 - VIDEO

START DATES FOR THE 2017 MONTANE® SPINE® RACE & CHALLENGER:


MONTANE® SPINE® RACE: 0800, 15 JAN 2017

MONTANE® SPINE® CHALLENGER: 0800, 14 JAN 2017

MONTANE® SPINE® MRT CHALLENGE: 1200, 14 JAN 2017


Partenza / Start



CP4 / Alston

episodio 1

episodio 2

episodio 3

episodio 4

episodio 5

episodio 6

episodio 7

episodio 8

episodio 9


Giornata  conclusiva del Montane Spine Race 2017. Congratulazioni a tutti.

episodio 10
siamo alle battute finali... Tom Higgins approfittando del riposo di Pavel e Eugeni ha preso un leggero vantaggio...




Ha vinto Tom!!! Complimenti
ottima strategia di gara.




Tom Higgins
Spine race award ceremony / Spine premiazione gara

mercoledì 21 dicembre 2016

L'importante non è la meta ma il VIAGGIO: Il Libro sulla Transpyrenea 2016